Cascasse il Mondo | Giornale Online


Primi passi verso un’istruzione più libera
4 maggio, 2008, 4:25 pm
Filed under: Scuola

Azione Studentesca è da sempre impegnata nella battaglia contro il caro-libri! Gia nell’anno precedente, per esempio, avevamo proposto l’integrazione dei testi scolastici on-line, ma solo quest’anno (finalmente) le case editrici hanno preso a carico l’iniziativa. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deciso di accettare, rendendo vincolanti, gli impegni presentati dell’Associazione Italiana Editori (A.I.E.) e da altre nove case editrici, nell’ambito dell’istruttoria, avviata il 13 settembre 2007, per presunte violazioni della concorrenza nel mercato dell’editoria scolastica.

A partire dai prossimi giorni gli insegnanti delle scuole secondarie potranno accedere gratuitamente all’intero elenco dei libri di testo in commercio per ciascuna materia; la consultazione sarà possibile ogni anno, a partire dal 5 aprile. In tal modo si riduce il ruolo dell’attività promozionale degli editori, e si consente una migliore visibilità anche alle case editrici di minori dimensioni.

Grazie a questo progetto vi sono innumerevoli vantaggi: anzitutto la riduzione dei prezzi, si pagherebbe solo il prezzo della copertina, cosa che per le famiglie è già un grande traguardo, dato che sono costrette a spendere ogni anno circa 400€ per i testi scolastici. In più le case editrici che nell’anno corrente sono state soggette a indagini dell’Anti Trust non potranno mettersi d’accordo sul prezzo dei testi, che aumentavano più del 5% ogni anno.

Inoltre lo sviluppo degli strumenti informatici dovrebbe portare anche a un aumento della durata media dei libri scolastici: le integrazioni delle nuove edizioni potrebbero infatti essere inserite nel supporto informatico, senza dover modificare il testo cartaceo. In questo modo, verrebbe agevolato l’utilizzo dei testi per più anni, favorendo inoltre forme alternative di commercializzazione, come il noleggio, il comodato d’uso e l’acquisto di libri usati.

L’Associazione Italiana Editori e gli editori interessati dal procedimento dovranno presentare all’Autorità, entro il 31 dicembre 2008 e con cadenza annuale, per i successivi tre anni, una relazione dettagliata sull’attuazione degli impegni assunti nel mercato dell’editoria scolastica. Primi traguardi raggiunti per chi da anni lotta per l’abbattimento del caro libri, per chi da sempre denuncia il monopolio della cultura da parte delle case editrici.

Primi passi verso un’istruzione più libera!

Alessia 

Annunci

1 commento so far
Lascia un commento

[…] °ThE JoLLy JoKeR°: […]

Pingback di ItalyUni Blog » Blog Archive » Primi passi verso un’istruzione più libera




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: