Cascasse il Mondo | Giornale Online


Tibet: panem et circenses
12 aprile, 2008, 3:34 pm
Filed under: Esteri

 

 

Per la prima volta, in più di cinquanta anni di oppressione cinese, il Tibet si trova al centro dell’attenzione della comunità internazionale. A prima vista dovrebbe trattarsi di un fatto positivo, ma non lo è; questo perché le notizie che giungono dal “Tetto del mondo” non fanno presagire nulla di buono.

 

Solo adesso infatti ci si scandalizza degli avvenimenti luttuosi in Tibet, come se per la prima volta il Governo cinese avesse usato la forza per ridurre al silenzio un’intera popolazione, si è portati a pensare che le rivolte e la repressione violenta siano un fatto del tutto nuovo, ma la reale drammaticità degli ultimi avvenimenti sta proprio nel fatto che questi si sono susseguiti ininterrottamente per oltre cinquant’anni.

 

Dov’è la differenza rispetto agli anni scorsi?

È molto semplice, nelle olimpiadi.

Il fatto che la Cina si troverà, nella prossima estate, con gli occhi puntati addosso da parte dell’intero pianeta, ha fatto sì che ora tutti si sentono quasi in dovere di chiedere al Governo di Pechino precise risposte riguardo ai diritti umani violati, alle torture, alle esecuzioni sommarie (la Cina ne detiene il triste primato al mondo), alla totale mancanza di libertà civili e politiche.

 

E’ evidente l’ipocrisia dei governi occidentali (e spesso dei media) che hanno sempre ignorato le grida di dolore delle numerose minoranze etniche che popolano il territorio cinese e di quella tibetana in particolare.

Non descriviamo qui le grandi sofferenze del popolo tibetano (le trovate in altre pagine di questo sito), ma vogliamo sottolineare il fatto che l’Occidente ha barattato i valori ed i principi che dovrebbero costituire l’essenza stessa di una società civile in cambio dell’apertura del mercato economico da parte delle autorità di Pechino. Questo atteggiamento è doppiamente deplorevole, perché non solo non tiene conto delle libertà calpestate, ma ignora anche le condizioni del lavoratore in Cina.

 

Più volte Sua Santità il Dalai Lama ha cercato di attirare l’attenzione degli organismi internazionali sulle misere condizioni cui il suo popolo era costretto ma, a parte sporadiche dichiarazioni di facciata, l’Occidente non è mai intervenuto in suo sostegno; è fin troppo evidente il fatto che le lievi aperture in senso capitalistico hanno fatto e fanno gola alla politica dei mercanti.

Non è possibile autoelevarsi a difensori del mondo civile solo in base al proprio tornaconto economico, stendendo veli di silenzio sulle angherie perpetrate da chi può offrire di più.

Capiamo la posizione di S.S. il Dalai Lama, quando sostiene che la Cina non deve essere isolata ed i giochi olimpici non devono essere boicottati, ma crediamo che un gesto forte sia assolutamente necessario, anche perché se le olimpiadi sono basate sui valori di De Coubertin, ovvero rispetto e lealtà, allora la Cina è senza dubbio uno dei posti meno indicati per il loro svolgimento.

 

Non sappiamo cosa abbia portato il Comitato Olimpico Internazionale ad assegnare questi giochi a Pechino, forse la speranza che, così facendo, la Cina avrebbe riveduto e corretto alcuni suoi atteggiamenti liberticidi, tuttavia è ormai evidente che le sue speranze sono state vane, anzi, presumibilmente questa assegnazione ha causato un ulteriore inasprimento della politica interna cinese.

 

Nell’antica Roma si sosteneva che, per tenere tranquillo il popolo, erano sufficienti il pane ed i giochi (panem et circenses); ma a parte il fatto che il popolo tibetano non ha il pane, di questi giochi in cui i cinque anelli olimpici sembrano simboleggiare più una catena da carcerato che la fratellanza fra i popoli, non sappiamo che farcene.

 

 Dario

 

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: